Somma Vesuviana, l’ex cutoliano “O’ Sfregiato” torna a piede libero


2777

Lascia gli arresti domiciliari e gli resta soltanto, è il caso di dire, il divieto di dimora nella sua Somma Vesuviana. Si tratta di un personaggio molto noto nelle cronache locali: Luigi Angri, detto “O’ Sfregiato”, 64enne ex cutoliano. Nel caso specifico, tuttavia, non si tratta di camorra, perché il 64enne si trovava alla misura cautelare per stalking e presunte minacce nei confronti dei suoi familiari. I suoi legali Saverio Salierno e Walter Mancuso del foro di Nola sono riusciti a fargli ottenere il divieto di dimora e quello di avvicinamento alle persone offese. La storia giudiziario di Angri è davvero molto lunga: legato al “professore vesuviano”, fu condannato già ne 1983 per associazione mafiosa. Scontata la pena non è stato poi più interessato da provvedimento riguardanti né la Nco né alcun altro clan del territorio.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE