Leggero miglioramento per il piccolo Hamza, il 15enne marocchino che nei giorni scorsi è precipitato a Poggiomarino per raccogliere un pallone. Il ragazzo in giornata ha finalmente aperto gli occhi, anche se non riesce tuttora a comunicare. Chiaramente le sue condizioni restano molto gravi ed è ancora ricoverato in rianimazione all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, tuttavia il fatto che abbia ripreso conoscenza non può che essere un ottimo segnale della forza del ragazzino.

Il papà, insieme ad una sorellina di Hamza, è apparso in un video sui social dove ha raccontato appunto i miglioramenti del figlio in ospedale a seguito una situazione che all’inizio era del tutto disperata. L’uomo ha anche ringraziato che si è unito nella preghiera per il 15enne, e chi attraverso il gruppo “Sei di Poggiomarino se”, ha promosso la raccolta di fondi destinata appunto ai familiari del giovanissimo.