Pompei, pubblica le foto porno della ex su Facebook: 55enne a processo


1935

A processo un 55enne di Pompei per aver diffuso tramite Facebook numerose immagini pornografiche di una 55enne residente in un comune del Basso Salento come turpe e squallida ritorsione per la fine della loro relazione sentimentale; immagini che divennero in pochi istanti oggetto di condivisione così da confinare la donna in uno stato di profonda disperazione e da far temere il peggio. Un caso che richiama la triste e dolosa vicenda di Tiziana Cantone, nel napoletano, suicidatasi a causa di un video hard finito in rete. Nel caso della donna salentina i fatti prendono le mosse nell’ottobre del 2014. La donna (fino a quel momento non iscritta a Facebook) fu informata di un falso profilo aperto a suo nome su cui erano state caricate diverse immagini intime, che la ritraevano chiaramente in volto, durante rapporti sessuali avuti con l’uomo, visibili a chiunque e diffuse all’indirizzo di altri utenti.



La donna, difesa dall’avvocato Giancarlo Sparascio, presentò immediatamente una denuncia contro l’uomo presso la Procura della Repubblica di Lecce, con richiesta di sequestro dei dispositivi elettronici. Nel frattempo il profilo venne oscurato anche con l’intervento della polizia postale di Lecce. Seguì una perquisizione a Pompei ed il sequestro del computer dell’uomo operato dal compartimento di polizia postale di Napoli, su cui veniva eseguita una consulenza tecnico – informatica del consulente della Procura Leccese, l’ingegnere Claudio Leone. L’uomo fu così rinviato a giudizio davanti al Tribunale di Lecce nel novembre del 2016 per rispondere dei reati di sostituzione di persona, diffusione di immagini pornografiche e diffamazione aggravata, uniche ipotesi delittuose (nel caso di specie) che la legislazione attuale ha consentito di utilizzare per contrastare la condotta di cd. revenge porn, ma che hanno comportato il trasferimento del processo per competenza territoriale presso il Tribunale di Torre Annunziata.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE