Nessun ingrediente avariato, nessun pasto andato a male: tutto regolare anche nel rollè di tacchino preso di mira. Dunque, i malori che hanno colto in massa i bambini delle scuole di Ottaviano non sono ascrivibili al cibo. Lo ha comunicato il sindaco Luca Capasso: «Stamattina abbiamo incontrato le rappresentanti di classe di tutti i plessi scolastici di Ottaviano, alla presenza dei dirigenti scolastici e dei rappresentanti della ditta che gestisce il servizio mensa. È stato un confronto lungo, serrato ma sicuramente utile. Considerato che i risultati delle analisi sui pasti sono risultati negativi e che l’Asl ha verificato l’intero processo produttivo che è risultato corretto, stiamo studiando tutti insieme la soluzione migliore per garantire il diritto allo studio e recepire le legittime esigenze esposte dalle mamme. Venerdì nuovo incontro, nel frattempo la mensa resta sospesa. Grazie a tutti per la disponibilità al dialogo su una tematica importante e delicata. Vi terremo aggiornati». Insomma, i pasti erano perfettamente a posto, dunque il motivo di tutti quei malori concentrati in due plessi, resta per ora un mistero.