«Oggi migliaia di pendolari e studenti, utenti della Circumvesuviana, sono rimasti a piedi per un improvviso rifiuto dello straordinario da parte degli addetti alle stazioni. Intere linee sono state chiuse, i bus sostitutivi passavano senza un orario preciso. Ho grande rispetto per i diritti dei lavoratori e considero le proteste legittime, se avallate da ragioni nobili. Tuttavia interrompere un pubblico servizio, impedire a ragazzi di fare esami, a cittadini di raggiungere il posto di lavoro è semplicemente assurdo». A dirlo il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, che questa mattina si è recato sulla stazione della Circumvesuviana dove oggi non passerà alcun treno ma solo bus sostitutivi.

«Anche la protesta più dura deve sempre tenere conto delle esigenze degli altri, la democrazia è questa: non a caso nel trasporto pubblico esistono le fasce di garanzia quando si fa sciopero. Per questo ritengo che giornate del genere non debbano più verificarsi, è una forma di rispetto verso la gente che paga il biglietto o l’abbonamento. Ho contattato anche il Prefetto di Napoli per chiedere un suo intervento Umberto de Gregorio», conclude.