Lutto tra le Mamme Vulcaniche e nel mondo dell’ambientalismo vesuviano e campano. È morta Antonietta Raiola, tra le fondatrici del movimento di donne che sin da 10 anni fa cominciò a lottare contro i rifiuti e le discariche nell’area tra Terzigno e Boscoreale. Raiola è deceduta dopo una malattia nella sua abitazione boschese, oggi i funerali.

Numerosi gli attestati di solidarietà giunti alla famiglia ed alle stesse Mamme Vulcaniche con cui Antonietta lottò per mesi evitando l’apertura del mega-invaso per i rifiuti individuato a Cava Vitiello. Anche l’oncologo per l’Ambiente, Antonio Marfella, ha lasciato un messaggio per Raiola: «Le Mamme Vulcaniche del vesuviano avevano restituito tutto il fascino della divisa rossa del mito garibaldino a tutti i combattenti contro lo scempio della Campania causato dalle false emergenze rifiuti. Io sono orgoglioso di avere combattuto insieme a loro, per loro, con loro. Non riesco io stesso a sentirmi più vivo, mentre uno dopo l’altro i miei compagni di lotta si spengono. Addio Antonietta».