Parla la 24enne abusata la scorsa settimana all’interno della stazione della Circum di San Giorgio a Cremano, che ieri mattina è stata sottoposta a un nuovo e delicato interrogatorio. Un lungo racconto, con momenti di dolore, nel quale, nonostante le numerose interruzioni dovute all’ancora forte stato di choc, è riuscita a ripercorrere con circostanziati dettagli la violenza sessuale subita, confermando di essere stata spinta nel vano ascensore e di essere stata violentata: dunque, nessun rapporto consenziente. La giovane, accompagnata dai propri genitori e dall’avvocato Maurizio Capozzi, è stata sentita dal sostituto procuratore Cristina Curatoli e dall’aggiunto Raffaello Falcone, in un ambiente protetto del palazzo che ospita gli uffici della Procura.

La 24enne ha ricostruito non solo quanto accaduto martedì sera, ma anche il primo incontro avvenuto con i tre venti giorni prima, quando era stata presa di mira dal branco, composto dai tre arrestati, uno dei quali si era anche denudato, e da altri quattro ragazzi. L’interrogatorio è andato avanti per quattro ore. I tre sospettati restano per il momento in carcere con l’accusa di violenza sessuale di gruppo. La vittima sarà a breve sottoposta all’incidente probatorio.