Puntò il coltello alla gola di una donna, poi la rapinò e picchiò sul treno della Circumvesuviana. La Cassazione ha confermato la condanna a 4 anni e 6 mesi per G.C. , 30enne residente a San Giuseppe Vesuviano, accusato di rapina aggravata su di un convoglio partito da Sarno, alla stazione della Circumvesuviana, e diretto a Napoli. La donna fu colpita con una serie di pugni al volto, poi minacciata con un coltello, puntato alla gola. L’uomo le strappò poi la borsa, che conteneva documenti, una macchina fotografica e 30 euro in contanti.