«Si è perso il conto delle violenze ai danni degli equipaggi delle ambulanze del 118 a Napoli e provincia. Una vergogna che si sta trasformando in una triste abitudine». Lo ha affermato il consigliere regionale della Campania dei Verdi e membro della commissione Sanità, Francesco Emilio Borrelli, commentando la notizia di un’aggressione ai danni del personale di un’ambulanza a Comiziano diffusa dall’associazione Nessuno tocchi Ippocrate. «Nonostante l’ambulanza sia arrivata sul posto in soli sette minuti – ha spiegato Borrelli – i parenti del paziente, un gruppo di incivili, ha aggredito a calci e pugni il medico, l’autista e l’infermiere. Le vittime hanno riportato danni curabili in 5-7 giorni e il mezzo è rimasto fermo a causa dell’indisponibilità dell’equipaggio. Sul caso stanno indagando i carabinieri. L’auspicio è che individuino quanto prima i responsabili dell’aggressione. Queste persone meriterebbero di finire in carcere e, in ogni caso, dovranno risarcire le vittime», ha concluso.