Camorra a Striano: il terreno dell’armiere del clan consegnato al Comune


1943

Quel terreno in una traversa di via Poggiomarino era utilizzato per nascondere le armi della camorra: almeno fu quanto venne rinvenuto dalle forze dell’ordine ormai dieci anni fa, quando in quel blitz i carabinieri portarono via numerose pistole paradossalmente tutte dello stesso modello in dotazione proprio ai militari dell’Arma. Da ieri quel bene, formato anche da un immobile “rustico” ed allora abitabile, è diventato del Comune di Striano.



A consegnarlo ufficialmente alla comunità è stata l’Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati: ora toccherà all’amministrazione strianese creare una nuova vita per quella “particella” – oggi diventata discarica a cielo aperto – un tempo appartenuta proprio ad una persona di San Giuseppe Vesuviano considerata vicina al clan Fabbrocino e che per gli inquirenti era proprio uno degli armieri della cosca.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE