I Carabinieri della Stazione di Quindici, in provincia di Avellino, hanno deferito in stato di libertà un 45enne che, al culmine di una lite scaturita da futili motivi, ha aggredito la compagna spaccandole in testa una bottiglia di vetro. Per le ferite riportate (fortunatamente non gravi), la malcapitata si è vista costretta a ricorrere alle cure mediche presso l’ospedale di Nola. È questo solo l’ultimo dei tanti casi di violenza sulle donne che ha visto il tempestivo intervento dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino. Questa grave tipologia di reato – spiegano i militari dell’arma – ha assunto nel corso degli anni una valenza sempre maggiore e oggi purtroppo è più che mai drammatica, caratterizzata da una violazione dei diritti umani, dell’integrità fisica e psicologica, della sicurezza, della libertà e della dignità della persona. Non conosce differenze geografiche o culturali, è diffusa a tutte le latitudini e in qualsiasi ambito socio-culturale, non ha età, in quanto scaturisce dalle distorsioni culturali, sociali e psicologiche del rapporto uomo-donna. La comunicazione e la sensibilizzazione sul problema rappresentano uno strumento essenziale per la lotta alla violenza. Proprio in tal senso la prevenzione e il contrasto che l’Arma dei Carabinieri pone è sempre massima anche in un territorio come quello Irpino, contraddistinto dalla presenza di 6 Compagnie e 68 Stazioni dei Carabinieri.