San Giuseppe Vesuviano, imprenditori locali sfruttano i clandestini: chiusa la fabbrica


2678

Imprenditori italiani che mettono a lavorare per pochi soldi e tante ore, operai del tutto clandestini e privi di ogni permesso di soggiorno e chiaramente “a nero”. Succede a San Giuseppe Vesuviano, dove ieri è stata chiusa una fabbrica in via Rossilli. Ad effettuare il blitz i carabinieri della locale stazione agli ordini del maresciallo Giuseppe Sannino e coordinati dal maggiore Simone Rinaldi della compagnia di Torre Annunziata. All’imprenditrice titolare dell’opificio è stato dunque contestato il reato di immigrazione clandestina, oltre al provvedimento di chiusura chiesto dai militari dell’Arma alla Procura di Nola. La fabbrica è risultata essere sporca e poco sicura per gli operai. I clandestini trovati all’interno sono stati portati in questura a Napoli per le pratiche di espulsione.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE