Un sodalizio, perché con il tifo è sempre troppo grande la parola “gemellaggio”, per le vittime del Ponte Morandi, quelli che purtroppo non ci sono più e per i tanti che soffrono tuttora le pene degli sgomberi dopo il crollo di metà agosto in cui persero la vita 43 persone tra cui diversi napoletani. Una “collaborazione” tra l’associazione Ciro Vive ed i tifosi blucerchiati riuscita grazie al Club Napoli di Poggiomarino, che ha appunto messo in contatto le due realtà. Domani per l’incontro che vedrà opposti gli azzurri di Ancelotti ai ragazzi di Giampaolo, ci saranno infatti una serie di iniziative oltre alla consegna di una cifra simbolica a favore degli sfollati del Ponte Morandi di cui i supporters della Doria si stanno facendo promotori. In basso il testo della lettere girato dall’onlus dedicata a Ciro Esposito a Tommaso Giani, referente del progetto.

Caro Tommaso Giani,

non ci siamo dimenticati dell’immagine e dello striscione con cui volevi accogliere i tifosi napoletani in trasferta a Genova nella prima partita della Samp a Marassi dopo il crollo del ponte Morandi. Anche noi, come te, crediamo che la rivalità calcistica in certe situazioni vada messa in secondo piano, per esaltare la solidarietà che ci unisce di fronte a simili tragedie. Così sabato 2 febbraio, quando la Samp sarà la prima squadra di Genova a far visita al Napoli dopo quel terribile 16 agosto, e soprattutto quei 43 morti che noi mai dimenticheremo, abbiamo pensato di prendere il testimone della tua bella iniziativa che hai raccontato su facebook e che non ti fu possibile realizzare allora. Ti aspettiamo allora prima della partita, all’ingresso del settore Distinti dello Stadio San Paolo con il tuo striscione, insieme a tutti quelli a cui farà piacere partecipare. Ringraziando il Club Napoli Poggiomarino che ha contribuito a farci “incontrare”, noi dell’Associazione Ciro Vive saremo lì ad attenderti con a capo Mamma Antonella Leardi e Papà Giovanni Esposito, insieme al ClubNapoliSaverioSilvioVignati di Massimo Vignati che anche in qualità di Presidente dell’Acan estenderà il suo invito ai tanti club aderenti alla sigla storica del tifo azzurro. Sappiamo che sul tuo conto corrente, ( IBAN IT47L0503414021000000002080 – Intestatario Giani Tommaso con causale “a favore degli sfollati del ponte Morandi”) possiamo continuare a diffondere amore e aiuto concreto, ed anche con questo comunicato, promuoviamo in maniera trasparente, una raccolta fondi che tu da seminarista e futuro prete della gradinata sud di Marassi provvederai a destinare all’iniziativa di sostegno agli sfollati, curata meritevolmente in questi mesi dalla tifoseria organizzata della Sampdoria. Abbiamo pensato anche noi quindi ad un momento semplice di condivisione e di vicinanza, per testimoniare la comune umanità che ci unisce oltre la pur fortissima rivalità nel tifo. Sarà l’occasione per donarti una quota simbolica raccolta da tutti i partecipanti, la lasceremo a te in rappresentanza dei tifosi Sampdoriani per dimostrare concretamente la nostra vicinanza alle famiglie delle vittime e agli sfollati della vostra città a cui vorremmo far sentire tutta la solidarietà e il cuore grande dei napoletani, che batte per Genova e per voi. Un ultimo pensiero a Giovanni Battiloro, il freelance Napoletano che con i suoi amici era su quel ponte e al suo Papà Roberto a cui va l’abbraccio di tutti noi. E allora forza… uniamo i cuori aldilà delle bandiere!