Il Napoli spreca ancora tanto: altro 0-0 con il Torino ECCO LE PAGELLE


354

Ospina: Inoperoso. Voto 6



Koulibaly: Solito muro, fondamentale una chiusura in scivolata su Rincon a fine primo tempo; prova a trasformarsi anche goleador. Voto 6.5

Maksimovic: Ordinato e puntuale. Voto 6.5

Malcuit: Un paio di diagonali decisive, spinge molto ma fa molta confusione. Voto 6+

Hysaj: Dirottato a sinistra, prestazione sufficiente. Voto 6

Allan: Determinanti alcuni recuperi nel finale, polmoni d’acciaio per 90 minuti. Voto 6.5

Fabian Ruiz: Da rivedere, troppo a sprazzi. Voto 5+

Zielinsky: A corrente alternata, oggi un passo indietro. Voto 5.5

Callejon: Il suo contributo non manca mai. Voto 6-

Insigne: Quel palo grida vendetta, le ambizioni azzurre passano da lui, deve sbloccarsi e non solo da un punto di vista realizzativo. Voto 6

Milik: Spreca un paio di occasioni, non sembra avere quel killer instinct da attaccante di razza. Voto 5+

Verdi: Inconcludente, deve assolutamente dimostrare il suo valore. Voto 5.5

Mertens: Altro giocatore che deve ritrovare se stesso e la via della porta. Voto 5.5

Ancelotti: Secondo 0-0 consecutivo, il Napoli crea (meno di Firenze) ma pecca in precisione, due/tre interventi di Sirigu e il legno di Insigne strozzano l’urlo in gola. La squadra in questa fase paga il momento negativo del suo reparto offensivo: Milik non sembra possedere quella malizia e quel cinismo da bomber ‘navigato’; al netto della posizione in campo, Insigne da Liverpool sembra aver perso smalto e brillantezza; sarà il non sentirsi (più) inamovibile, saranno le valigie ‘semi-pronte’, Mertens è lontano parente del funambolico belga ammirato negli ultimi anni; infortuni a parte, Verdi resta un oggetto misterioso, fino a questo momento decisamente deludente; mancano poi le reti di Callejon, che al contributo tattico non unisce più la capacità realizzativa, e quelle di Zielinsky, ancora troppo discontinuo. Un quadro ‘preoccupante’, sia per l’immediato futuro, soprattutto europeo, (senza sottovalutare la seconda piazza da difendere), sia per il futuro prossimo; quest’ultimo appare condizionare fortemente e inopportunamente questo scorcio finale di stagione. Si tiri una linea, si smetti di pensare a quel che sarà e ci si concentri seriamente sul proseguo di quest’annata, altrimenti daremo ulteriori alibi ai tanti, troppi assenti e ai tanti troppi ‘romanticoni’. Negli spogliatoi cessi quest’area di smobilitazione, se occorre intervenga con decisione la società (ADL) e si torni a pedalare con concentrazione e dedizione per la causa di Partenope.

Arbitro: In una giornata buia e deludente, il perfetto co-protagonista, dispensa gialli ai nostri manco fossero i cattivi della serata; 4 minuti di recupero sono un’offesa all’intelligenza umana. Voto 5

Torino: L’ex Mazzarri esce imbattuto anche quest’anno, potrebbe inserirsi in una lotta per un posticino in Europa League.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE