Nel quadro della costante attività esercitata dal corpo a contrasto dei fenomeni illeciti nel settore del contrabbando di prodotti energetici sottoposti ad accisa, finalizzata a tutelare il gettito all’erario nonché preservare il corretto e libero funzionamento delle regole di mercato, il dipendente gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha provveduto a sottoporre a sequestro 1000 litri di gasolio di contrabbando, pronto per essere messo in commercio in totale evasione di imposta. In particolare, i militari del nucleo mobile della compagnia di Torre Annunziata, nell’ambito di un’attività di controllo economico del territorio nell’hinterland oplontino, hanno notato, nei pressi dell’area costiera, un autoveicolo che, sebbene con a bordo il solo autista, risultava visibilmente in sovraccarico e con il motore stranamente sotto sforzo. la pattuglia operante sottoponeva a controllo il mezzo, insospettita anche dal suo assetto ribassato e dall’andatura lenta, rinvenendo all’interno dell’auto, abilmente ricavata tra le due file di sedili, una capiente cisterna metallica della capacità di 1000 litri e strapiena di gasolio sprovvisto di documentazione.

Veniva reperita, altresì, tutta l’attrezzatura necessaria per allestire un vero e proprio distributore di contrabbando ambulante, con tanto di relativo dispositivo elettromeccanico per l’erogazione di carburante. il veicolo, il gasolio e l’attrezzatura venivano sottoposti a sequestro penale, mentre i due responsabili venivano denunciati a piede libero alla locale autorità giudiziaria. l’attività testimonia il costante impegno esercitato dalla guardia di finanza di Napoli sul territorio nel contrasto agli illeciti nel settore delle accise, finalizzato alla tutela del lecito commercio di carburante, e, al contempo, alla salvaguardia del consumatore finale.