Quattrocento telecamere da installare su 93 impianti, 28 pannelli a messaggio variabile e una rete wireless per l’interconnessione. Con queste strumentazioni, la Regione Campania intende mettere in sicurezza la Strada Statale 268, che collega tutti i Comuni del territorio vesuviano, e la viabilità interconnessa. Per questo l’Acamir, Agenzia Campana per la Mobilità, le Infrastrutture e le Reti, ha bandito due gare di appalto a procedura aperta relative agli interventi riservati all’arteria dal valore complessivo di circa 6,5 milioni di euro. I lavori saranno effettuati nella strada che collega il territorio più esposto a rischio vulcanico. In caso di allarme Vesuvio, per agevolare l’allontanamento preventivo delle circa 300mila persone che risiedono nei Comuni della Statale 2018, la modalità emergenziale gestita dalla Protezione Civile della Regione Campania consentirà il monitoraggio della percorribilità delle arterie interessate, la diffusione alla cittadinanza delle informazioni relative e soprattutto il coordinamento delle forze in campo impegnate nella gestione dell’emergenza. Il progetto, nella sua visione complessiva, prevede la realizzazione di una rete di telecomunicazione per consentire agli apparati installati di comunicare con le rispettive centrali operative (Anas e Acamir), e una centrale operativa che consentirà di processare i flussi informativi prodotti dalle telecamere.