Era rimasta vedova e pur di ottenere un lavoro in un garage al confine con Castellammare di Stabia si è concessa al titolare 70enne, un vigile urbano in pensione della città stabiese. La donna di 43 anni, residente a Pompei e madre di un bambino di appena otto anni, non aveva lesinato rapporti sessuali con l’uomo. Poi aveva denunciato tutto, quando si era resa conto che gli incontri erano filmati dall’ex agente. Il 70enne è finito sotto processo anche per lesioni perché la donna è finita con una spalla rotta a seguito di un’aggressione che ha addebitato al vigile urbano.