Per minacciare e mettere paura alla moglie utilizzava un’ascia con cui diceva l’avrebbe colpita. Prima però volavano calci e pugni. Tutto questo sembrerebbe essere durato per anni. A finire in carcere P.G., un 60enne di Palma Campania, che per l’ennesima volta aveva puntato quell’arma contro la coniuge. È stato il figlio della coppia a chiamare i carabinieri della locale stazione agli ordini del maresciallo Massimo Nasti. I militari dell’Arma hanno bloccati l’uomo portandolo in cella a Poggioreale.