Aggredisce un ventunenne intervento per dirimere una lite. Poi torna a casa e litiga con la madre. Infine il “chiarimento” richiesto dalla prima vittima finisce in una rissa a tre. La notte brava di un diciannovenne di Torre del Greco e’ finita con il suo arresto eseguito dai carabinieri della sezione Radiomobile. Il giovane intorno a mezzanotte e’ stato protagonista di una lite nella zona del ‘Bottazzi’. Ad avere la peggio e’ stato un ventunenne, intervenuto per cercare di sedare gli animi (la vittima ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni). Subito dopo il diciannovenne ha fatto rientro a casa dove ha aggredito la madre di 43 anni, procurandole traumi giudicati guaribili in 5 giorni, oltre a danneggiare infissi e arredi. La madre a quel punto ha chiamato i carabinieri mentre il figlio e’ sceso in strada. Sotto casa infatti c’era il ventunenne insieme al fratello di 18 anni. Gli animi si sono riscaldati e il “chiarimento” e’ finito in rissa. Rissa a tre bloccata dall’arrivo dei carabinieri, ai quali comunque il diciannovenne ha opposto resistenza. Ad aggravare la posizione del ragazzo, il ritrovamento in casa di 50 grammi di hascisc.