Trasportavano nel bagagliaio della loro utilitaria oltre 100 chili di botti di medie dimensioni ma di fabbricazione artigianale e molto pericolosi: arrestati nel Napoletano madre e figlio. Sono stati i carabinieri della tenenza di Ercolano nel corso dei servizi predisposti per contrastare produzione e commercializzazione dei cosiddetti botti di fine anno a fermare Annunziata Mignano e Filippo Rega, 56 e 31 anni, madre e figlio, entrambi residenti a San Giorgio a Cremano e già noti alle forze dell’ordine. I due sono stati sorpresi nella zona di San Vito.