Ucciso dal braciere insieme al cane, l’uomo del Vesuviano non aveva i soldi per il riscaldamento


1714

È stato ucciso dal monossido di carbonio insieme al suo cagnolino, Salvatore Melluccio, 55enne originario di Torre del Greco ma residente da 20 anni a Correggio, in Emilia Romagna. Non aveva i soldi per il riscaldamento e di recente gli avevano staccato il gas. Così aveva acceso dei bracieri che si era procurato per riscaldarsi.



I carabinieri ha ritrovato il corpo martedì, riverso al suolo nel suo appartamento in via Pascoli 7. La causa della morte è stato un attacco cardiorespiratorio. Giunti sul posto, i miliari dell’Arma, insieme ai vigili del fuoco, hanno rilevato la presenza di monossido di carbonio nell’aria, causato dai diversi bracieri presenti. In un’altra stanza è stato ritrovato il corpo senza vita del cagnolino.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE