Mattinata di sopralluoghi a Poggiomarino con l’Esercito ed il comandante della polizia municipale, Rita Bonagura. Numerose le strade visitate nel corso dell’operazione Terra dei Fuochi, avviata dalla prefettura e sbarcata nella località agrovesuviana. E quanto prima nelle strade cittadine, in particolare di notte, ci saranno le pattuglie armate composte dai militari al fine di salvaguardare le strade che a breve saranno nuovamente bonificate dall’immondizia. La mappatura è stata effettuata in via Passariello, via Pasquale Giulio Annunziata, località Percoche, località Sant’Arcangelo, via Sbruffi, Masseria Quinto, Fornillo e via Cirillo.

«L’obiettivo di questa iniziativa non è soltanto rimuovere gli scarti, ma cercare di mantenere pulite le strade anche quando i rifiuti saranno eliminati – spiega il comandante di polizia municipale, Rita Bonagura – Per questo motivo avremo a disposizione i militari dell’Esercito che anche di notte, insieme alle nostre pattuglie, vigileranno sulle strade sensibili, quelle buie dove anche l’eventuale utilizzo di telecamere non permette di ridurre il fenomeno. Intanto siamo esaminando gli scarti rinvenuti questa mattina e andremo nelle aziende di cui siamo stati in grado di risalire attraverso gli sversamenti».

Al sopralluogo hanno preso parte anche il dirigente comunale dell’ufficio Ambiente, Adelaide Langella, e la Protezione Civile che pure avranno la loro parte nell’opera di campionatura e di sorveglianza. «Molte zone – continua Bonagura – sono al confine con altre località ed in tal senso ho già avviato degli accordi con i comuni limitrofi, a partire da Terzigno. Infine, proporrò la chiusura di via Pasquale Giulio Annunziata, arteria realizzata dalla Regione in zona Pianillo, in modo da non permettere più l’ingresso di mezzi pesanti che scaricano continuamente scarti speciali e rifiuti tessili».