Notte di paura a Pomigliano, operai minacciano di darsi fuoco davanti a casa di Di Maio


999

Ancora una protesta a Pomigliano davanti a casa del vicepremier, Luigi Di Maio. Poco dopo la mezzanotte, infatti, un gruppo di operai ha minacciato di darsi fuoco, mentre altri si sono incatenati, chiedendo di poter parlare con il ministro del Lavoro. Via Abate Felice Toscano è stata subito chiusa al traffico dalle forze dell’ordine che sono riusciti a fare rientrare la breve rivolta. Già qualche mese fa, una protesta simile era stata compiuta dai lavoratori Fiat licenziati.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE