Due fabbriche sotto sequestro a San Giuseppe Vesuviano, entrambe operanti nella zona di Santa Maria la Scala e chiuse dai carabinieri della locale stazione agli ordini del maresciallo Giuseppe Sannino e coordinati dal maggiore Simone Rinaldi, comandante della compagnia carabinieri di Torre Annunziata. I due opifici avevano lavoratori in nero costretti a turni massacranti un po’ come spesso era stato accertato per i centri gestiti invece dagli stranieri. In questo caso le fabbriche sono invece italianissime, e le quattro persone denunciate sono tutte del posto e attive nel settore tessile.