Un operaio 48enne di Portici stava percorrendo di buon mattino la via Benedetto Cozzolino in direzione di Torre del Greco alla guida di un furgoncino quando si è imbattuto nei carabinieri che provenivano dal senso di marcia opposto. Notata la gazzella dei militari della compagnia di Torre del Greco ha svoltato velocemente in una via secondaria e i carabinieri, insospettiti, hanno subito preso a inseguirlo.

Dopo una fuga durata poche centinaia di metri lo hanno fermato e sottoposto a perquisizione dopo un inseguimento avvenuto anche a piedi. Nel furgoncino i militari hanno così rivenuto 200 ordigni esplosivi artigianali, i cosiddetti “rendini”, che l’uomo trasportava verosimilmente per smerciarli a venditori abusivi e “arrotondare” in prossimità delle feste. Il 48enne è stato tratto in arresto per detenzione di esplosivi e tradotto ai domiciliari.
l’esplosivo, del peso totale di 8 chili, è stato posto sotto sequestro.