Fa discutere l’ultimo arrivo all’ospedale di Tradate, a Varese, tramite una cooperativa: il “dottor seppia”, originario di Pompei, era stato cacciato dall’ospedale di Praia a Mare dopo essere stato filmato mentre puliva le seppie nel bagno del nosocomio. Lo “sfilettamento” però è solo la più colorita delle note del curriculum del “dottor seppia”. Precedentemente, Alfano era stato sorpreso ubriaco durante l’orario di servizio all’Asl di Boscoreale, Napoli, e aveva aggredito i carabinieri giunti sul posto per riportarlo a casa, rimediando i domiciliari e la sospensione dal servizio. Ancora, sempre a Praia a Mare, aveva preso a calci e pugni un tecnico della radiologia che aveva insistito perchè esaminasse un paziente. E anche a Tradate il medico si starebbe distinguendo per alcuni atteggiamenti “poco consoni” sia verso i pazienti sia verso i colleghi.