La vicenda ha origine dalla denuncia presentata da un operaio 51enne reggiano che aveva acquistato su un noto sito internet di annunci una Vespa 50 Special commercializzata a 300 euro. Dopo aver contattato telefonicamente l’utenza indicata nell’annuncio riusciva a concludere l’acquisto per l’importo richiesto che versava secondo quanto pattuito sulla postepay indicatagli dalla venditrice. All’accredito dell’importo non è però corrisposta la consegna della moto d’epoca in quanto l’inserzionista spariva nel nulla bidonando il malcapitato reggiano. Avendo compreso di essere rimasto vittima di una truffa, l’uomo si è rivolto ai carabinieri di Campagnola Emilia formalizzando la denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri tra l’account di posta elettronica utilizzato per l’annuncio trappola, la postepay dove erano stati versati i soldi e l’utenza telefonica con cui veniva concordata la vendita, i Carabinieri focalizzavano le attenzioni investigative su una donna di 30 anni abitante a Torre del Greco in provincia di Napoli denunciata per truffa alla Procura reggiana.