Non si riesce a venire a capo di quanto avvenuto lo scorso fine settimana in una zona interna e lontana da telecamere del centro commerciale Vulcano Buono e che non appartiene alla galleria interna dei negozi. Per fare luce sull’aggressione di una ragazzina nolana, che è stata attaccata e sfregiata con ciocche di capelli stappati, la famiglia ha deciso di offrire una ricompensa in denaro. A raccontarlo è l’amministratore del gruppo Noi che Amiamo Nola, il primo a pubblicare le foto e la notizia dello “strascino”. La cifra è simbolica, 200 euro «a coloro che sono in possesso di qualche video dell’aggressione. Inviatelo presso la nostra messaggeria (quella del gruppo Facebook ndr). Il tutto sarà assolutamente, custodito con la massima descrizione», è l’appello.