Non ce l’ha fatta Raffaele Bracciano, il 57enne di Caserta che da settimane stava lottando tra la vita e la morte in un letto dell’ospedale Ruggi di Salerno, dove arrivò in condizioni disperate a seguito di una terribile caduta che lo vide protagonista nei pressi del distributore Erg di via Plinio, a Pompei, durante l’orario di lavoro. Tre i nomi scritti sul registro degli indagati. Si tratta del titolare della ditta, originario di Caserta, del direttore dei lavori, residente a San Giorgio a Cremano, e il gestore dell’area, un uomo di Pompei. Saranno ora le indagini degli agenti del commissariato di via Sacra a ricostruire nel dettaglio i momenti concitati della caduta e definire eventuali responsabilità nell’incidente che ha strappato l’uomo all’amore della sua famiglia troppo presto.