È una crepa che si è aperta sul cavalcavia di via Andolfi, al confine tra Pompei e Torre Annunziata, l’ultimo danno che il maltempo di questi giorni ha consegnato alla viabilità locale. Molte le segnalazioni giunte ai vigili urbani della città degli Scavi. E il comandante del corpo di polizia municipale di Pompei, Gaetano Petrocelli, ha effettuato un immediato sopralluogo. La situazione era vistosamente allarmante, per cui ha deciso di chiamare la polizia stradale e la società autostrade. I tecnici hanno stabilito che la crepa non costituisce pericolo per passanti, centauri e automobilisti. Tuttavia dovranno essere effettuati i dovuti sondaggi e il rischio è che eventuali lavori possano mettere definitivamente in ginocchio la già precaria condizione della viabilità di Pompei.

La segnalazione è stata inoltrata alle autorità competenti. Nelle prossime ore, infatti, il ponte di via Andolfi potrebbe essere chiuso per dare il via ai lavori di consolidamento della zona interessata. L’allerta sullo stato di salute dei ponti in tutta Italia è stato dato dalla tragica vicenda del 14 agosto scorso, con il crollo del viadotto di Genova, a causa del quale hanno perso la vita 43 persone. Nessuno aveva mai considerato la possibilità che il tempo segnasse anche la durata dei ponti e che questi potessero addirittura “crollare” per mancanza di manutenzione.