Palma Campania, 12 bengalesi in una casa: scatta il blitz, sequestrato l’immobile


3161

Nella mattinata di ieri, alle prime luci dell’alba, il personale della Polizia Municipale, diretta dal comandante Fabrizio Palladino e della Polizia di Stato del Commissariato di Nola hanno effettuato blitz mirati alla verifica delle condizioni di sovraffollamento abitativo nonché alla ricerca di extracomunitari irregolari sul territorio nazionale. All’esito dei controlli, avvenuti presso uno stabile del centro urbano, è emerso che un appartamento di proprietà di italiani, privo delle minime condizioni igienico-sanitarie, era occupato da 12 persone extracomunitarie di nazionalità bengalese e pakistana. Durante i controlli, sono emersi anche vari abusi edilizi. A carico degli occupanti scatteranno, oltre allo sgombero dell’immobile, pesanti sanzioni amministrative pecuniarie delle quali risponderanno anche i proprietari ai sensi del vigente Regolamento Comunale di polizia urbana, oltre alle eventuali conseguenze penali relative all’abusivismo edilizio. L’immobile sarà sottoposto a sequestro. L’attività di controllo proseguirà anche nelle prossime ore.



«Porre fine alla prassi diffusasi – il commento del sindaco Nello Donnarumma – sul nostro territorio, secondo la quale Palma Campania era ormai una zona franca, sulla quale trovare abbondante fonte di lucro, è e rimane un obiettivo fondamentale della mia amministrazione. Lo avevamo promesso in sede di campagna elettorale, lo stiamo mettendo in atto ora che siamo al governo. Chi crede di potersi arricchire sul fenomeno immigrazione dovrà rivedere i propri conti, perché il nostro paese tornerà al più presto luogo di accoglienza, di rispetto delle altre popolazioni, ma anche delle normative vigenti in materia. Siamo e saremo rigidi su una piaga che ha esposto Palma Campania, non solo, ad un insostenibile flusso migratorio, ma anche ad una insopportabile gogna mediatica, delle quali continuiamo a pagare le conseguenze. Continuerò a ringraziare sempre le forze dell’ordine per lo straordinario lavoro che stanno facendo, aiutandoci in maniera esponenziale nella nostra battaglia. Il blitz di ieri è solo l’ultima testimonianza della bontà del loro lavoro è del fatto che siamo sulla strada giusta. Guai però a fermarsi. Dobbiamo continuare sul percorso intrapreso, senza dar tregua a chiunque pensi di poter speculare sulla pelle dei palmesi e della povera gente venuta qui a cercare fortuna».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE