Tanta folla, forse addirittura mille persone, questo pomeriggio a San Gennarello di Ottaviano, dove si sono svolti i funerali del 17enne Raffaele Ammirati, spirato dopo dieci giorni di agonia in seguito ad incidente in scooter avvenuto in via San Leonardo. Le comunità di Ottaviano e San Giuseppe Vesuviano – città frequentate e di residenza del ragazzo – si sono unite nel dolore, quello terribile per una giovane vita spezzata sulle strade.

Moltissime le lacrime e la sofferenza per l’ultimo addio a Raffaele, che è stata accolto da una marea di persone: amici, familiari, conoscenti. I palloncini bianchi ed i petali candidi erano a contorno di un rito funebre pieno di commozione. Non è mancato il rombo di motori per l’addio al 17enne con la passione, appunto, per i mezzi a due ruote: «In cielo c’è un altro angelo», hanno urlato delle persone tra gli applausi nel corso del corteo.