Home Notizie Abusivismo edilizio, domani i vigili nell’azienda di Antonio Di Maio

Abusivismo edilizio, domani i vigili nell’azienda di Antonio Di Maio

Domani mattina i vigili urbani del comune di Mariglianella, alle 9 hanno un appuntamento. Ai cancelli di via Umberto I civico 69 si presenterà Antonio Di Maio, padre del vicepremier ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi. Dovrà aprire i cancelli perchè la polizia locale, inviata dal sindaco Felice Di Maiolo, di Forza Italia, vuole tecnicamente «conoscere lo stato dei luoghi», vedere cioè se i dati catastali sono conformi a quanto è riscontrabile nella proprietà. Quei terreni sono solo per il 50% di Antonio Di Maio e per metà della sorella e all’interno ci sarebbero dei manufatti, almeno tre, sui quali occorre fare delle verifiche. Se questi risultassero abusivi, tutta l’informativa passerebbe alla Procura di Nola che dovrebbe indagare per abusi edilizi.

Intanto spuntano nuovi particolari sulla vicenda sollevata dalla trasmissione Le Iene che lambisce il leader del Movimento 5 Stelle. La Ardima srl costruzioni, al centro della vicenda, era ditta del padre, poi passata per un periodo alla mamma, Paolina Esposito e dal 2013, per metà a Luigi e metà alla sorella Rosalba, amministratore l’altro fratello Giuseppe. In questo periodo di transizioni è stato presentato ricorso al Tribunale di Nola, sezione Lavoro, da Domenico Sposito, operaio che a suo dire lavorava full time ed era inquadrato come part time. Poi tutti casi, al momento solo presunti e denunciati, di lavoro nero.

Posting....
Exit mobile version