Poggiomarino accoglie il vescovo per una settimana, la gioia di don Aldo: ecco il programma


2757

Parte questa sera, sabato 6 ottobre, la visita pastorale del Vescovo di Nocera-Sarno, monsignor Giuseppe Giudice, alla comunità ecclesiale di Sant’Antonio in Poggiomarino; visita che durerà dal 6 al 12 ottobre. In occasione della festa del Santissimo Rosario al Flocco, domenica sera (domani ndr) il vescovo di Nola, Francesco Marino, sarà anche lui a Poggiomarino: pregevole coincidenza avere nello stesso giorno due vescovi in città. «Questo ci porta a credere che Poggiomarino sta vivendo un momento di grazia a livello spirituale con due comunità dinamiche e ferventi», spiega il parroco di Sant’Antonio da Padova, don Aldo D’Andria.



Padre Aldo, una settimana di “grazia” per Poggiomarino…

«La visita pastorale è un evento straordinario per una comunità parrocchiale; quella precedente fu fatta dal vescovo Illiano agli inizi degli anni ’90. Quella pastorale, è una visita canonica voluta dalla Legge della Chiesa, ma che di canonico ha ben poco in quanto il nostro Pastore viene con lo spirito di Gesù che va a Gerico a cercare Zaccheo per fermarsi a casa sua; e dopo aver mangiato con lui gli fa esclamare: “Finalmente la salvezza è entrata in questa casa!” Che possa veramente dirsi questo anche da parte nostra così da rendere questa visita feconda per la nostra vita spirituale non solo individuale ma anche comunitaria. È dunque, un tempo di grazia che viene dall’alto, di verifica sul nostro modo di essere e vivere nella Chiesa, di rilancio nel nostro impegno di fede e di carità sul territorio».

Quali saranno le tappe del Vescovo in città?

«Come dal programma affisso sui muri della città, il vescovo visiterà in questa settimana scuole di ogni ordine e grado, ammalati, anziani, operai nella fabbrica, incontrerà associazioni ecclesiali e laiche, gli Amministratori della città appositamente invitati alla Congrega, il Consiglio pastorale, ascolterà le confessioni per chi lo desidera martedì dalle 17 alle 19.00 celebrerà l’Eucarestia sabato, domenica sera, lunedì, martedì e venerdì sempre di sera alle 19.00».

Cosa si aspetta da questa lunga visita?

«Certamente la Sua presenza tra noi porterà rinnovato entusiasmo e incoraggiamento nel nostro impegno di evangelizzazione e promozione umana sul territorio. Poggiomarino ha bisogno di crescere in una fede adulta e più matura; non basta la religiosità naturale, spesso legata alle Tradizioni religiose e rituali; essa va approfondita, nutrita e perfino purificata nel contatto frequente con la Parola di Dio, con la partecipazione attiva ai sacramenti e con una vita ecclesiale meno funzionale, ma più affettuosa e coinvolgente.  Non di meno abbiamo bisogno di una fede che non ci aliena dalla realtà quotidiana, ma che si intreccia con la vita di tutti i giorni e ne allarga e accresce gli orizzonti fino a darle un senso di eternità. Questo rende l’uomo davvero felice».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE