Ha lasciato sgomenti la vicenda dell’orco di 52 anni che per lungo tempo ha violentato una ragazzina, oggi 15enne ed all’epoca dei fatti di appena 13 anni. Ad entrare in azione la procura di Nola: i fatti sono avvenuti a Palma Campania, città dove vivono sia la vittima che il carnefice. Ed i particolari che emergono sono terribili: la povera ragazzina, poco più di una bimba, è stata stuprata in più occasioni da parte del suo aguzzino. Violenze che avvenivano anche sotto la minaccia di un coltello, oltre che delle intimidazioni psicologiche tipiche di questi episodi.

Secondo quanto appreso l’uomo portava la sua vittima in alcune zone periferiche di Palma Campania, spesso in terreni abbandonati e qui dava libero sfogo alla sua libidine sulla ragazzina chiaramente impaurita. Ci sono voluti quasi due anni affinché la storia emergesse, facendo partire le denunce. A seguire il caso per la famiglia della vittima è l’avvocato Francesco Morande del foro di Napoli: «Si tratta di una vicenda orribile che ha segnato, probabilmente per sempre, la vita di una ragazzina e della sua famiglia. Attendiamo con estrema fiducia che la giustizia faccia il suo corso nel più breve tempo possibile».