C’è un uomo del clan Gallo-Limelli-Vangone ed identificabile nell’ultima di questa famiglia tra gli oltre 100 indagati nel sistema di falsi incidenti nell’area vesuviana. Un’inchiesta, solo l’ultima della serie sulle truffe assicurative, che ha portato a 12 arresti. Il nome dell’esponente della cosca è nell’elenco degli indagati e non fa escludere che la camorra, o almeno una parte, abbia giocato il proprio ruolo nell’impianto di raggiri anche abbastanza importanti e rodati che hanno coinvolto l’intera area.