Falsi ciechi a Pompei, Torre e Boscoreale: 15 condannati ECCO TUTTI I NOMI


1226

Si è chiuso con una condanna a un anno e 4 mesi di reclusione il processo a carico dei protagonisti della truffa all’Inps da parte di “falsi ciechi” smascherati tra Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, Pompei, Boscoreale e Sorrento. Sono 15 le condanne e 4 le assoluzioni. Il pm Emilio Prisco aveva chiesto 42 anni di condanna complessivi per 19 imputati, cioè pari a 2 anni e 2 mesi di reclusione e 2mila euro di multa, ad eccezione di Emilia Maria De Luca, di Boscoreale, per la quale il pm Prisco aveva chiesto l’assoluzione, mentre per un uomo di Poggiomarino, c’era il “non doversi procedere per morte del reo”. La sentenza del Giudice Monocratico ha ridotto invece la pena per gli imputati a un anno e 4 mesi. Quattro gli assolti: Teresa Landolfi (difesa dall’avvocato Salvatore Calamita), Giuseppina Caccaviello, Umberto Reforzo e Emilia Maria De Luca. Le motivazioni alla sentenza potranno essere lette tra novanta giorni.



La maxi-truffa pesò sulle casse dell’Inps per 700mila euro. Gli imputati, stando all’accusa, si erano finti per ciechi. L’indagine partì nel 2012 e che ha permesso ai militari di poter entrare persino nelle abitazioni degli indagati fingendosi tecnici del gas o della Gori, in modo tale da assicurarsi del fatto che i soggetti fossero non vedenti oppure no. Soddisfatto il procuratore Emilio Prisco: «Si è scoperto che in alcuni casi i soggetti ipovedenti avessero sviluppato superpoteri, come quello del super tatto. L’operazione delle forze dell’ordine ha permesso di individuare comportamenti volontari e incompatibili con la condizione di cecità assoluta – ha sottolineato, scherzando – Non vi è dubbio che l’attività posta in essere dai militari abbia portato ad accertare prove schiaccianti. Prove fattuali e non mediche».

Ecco l’elenco degli imputati condannati: Ciro Umberto Vito (Pompei 8/8/50); Filomena Manzi (Pompei l’1/8/35); Filomena Vigilia (Vico Equense 3/4/83); Emma Contento (Castellamare 3/9/53); Luigi Schettino (Pompei l’11/1/47); Giovanni Scognamiglio (Napoli 6/1/46); Antonietta Grazioso (Nocera Inferiore -8/2/67); Antonino D’Esposito (Sorrento -17/3/43); Maria Teresa Vanacore (Vico Equense- 24/11/50); Bianca Aiello (Sorrento – 1/9/40); Elio Riso (Napoli-18/8/51); Francesco Caso(Boscoreale il 15/11/65);Giovanni De Falco nato a Boscoreale il 21/03/39; Anna Aquino (Boscoreale-28/4/60); Maria Garofalo (Torre Del Greco-2/1/51); Nunzio Avitaia (Torre Annunziata – 27/8/71). Assolti: Teresa Landolfi (Castellammare-28/01/41); Giuseppina Caccaviello (Massa Lubrense -11/10/29); Umberto Reforzo (Il Cairo-Egitto- 7/08/36); Emilia Maria De Luca (Boscoreale-25/08/42).

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE