Certificò la piazza del superboss vesuviano: prescrizione per il medico ECCO LE ALTRE CONDANNE


1460

Certificò che il superboss Giuseppe Gallo fosse pazzo, e per questo al numero uno del clan Gallo-Limelli-Vangone fu appunto affibbiato il nome di “Peppe ‘o Pazzo”. Ieri il medico ha goduto della prescrizione del reato. Si tratta di Adolfo Ferraro, 65enne ex direttore del servizio sanitario dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa, accusato di favoreggiamento aggravato. L’ultima accusa è però caduto e dunque ha potuto beneficiare della prescrizione.



Intanto nel procedimento sono stati condannati a 16 anni Giovanni Cuomo, a 6 anni il pentito Gerardo Adinolfi. Assolti l’altro collaboratore di giustizia, Pasquale Della Monica, Patrizia Di Martino, cognata dello stesso boss, e l’altro medico Antonio Secondulfo che non ha mai potuto effettuare perizia psicologico su Giuseppe Gallo in quanto il ras venne arrestato proprio in attesa di poter entrare dal medico per l’esame. Questi gli esiti di primo grado del processo Pandora-Matrix. Chiaramente restano gli altri due gradi di giudizio.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE