I carabinieri della tenenza di Ercolano hanno tratto in arresto due fratelli incensurati per detenzione illegale di armi. A.V., 45enne e A.V., 50enne nascondevano una semiautomatica con matricola abrasa, un revolver, 69 cartucce di vario calibro e 2 caricatori. I militari le hanno trovate perquisendo l’officina meccanica dei due e l’abitazione del primo.

Il terzo fratello, invece, 41enne, è stato denunciato per inosservanza delle prescrizioni sulla custodia delle armi; proprietario di 2 fucili da caccia detenuti regolarmente, li teneva però in un comunissimo armadietto di legno in garage. Le armi e le cartucce sono state sequestrate. Gli arrestati sono stati tradotti in carcere. Si indaga sulle armi e se stiano utilizzati per fatti di sangue o peggio ancora se fossero a disposizione dei clan locali.