Durante perquisizioni nel complesso popolare della “219”, nelle cantine comuni di una palazzina, i carabinieri di Brusciano hanno rinvenuto 3 ordigni artigianali. Le bombe pesano complessivamente 4,3 chili. Gli ordigni sono stati messi in sicurezza dai carabinieri artificieri antisabotaggio del comando provinciale di Napoli e sequestrati.

C’è chiaramente da capire a cosa servissero le tre bombe artigianale, e al momento le piste più seguite sono quelle del racket o delle intimidazioni. Insomma, gli ordigni dovevano essere usati per danneggiare qualche attività commerciale o ancora per incutere timore a esponenti di clan rivali, come del resto accaduto spesso di recente sul territorio.