«Noi siamo una squadra, se sono buoni me ne prendo quanti ne vuoi”. Così dicevano al telefono alcuni degli indagati. C’era il procacciatore di ‘danni’, ovvero di sinistri stradali. Quello che si occupava di reclutare i testimoni che avrebbero dovuto raccontare al giudice di essere stati presenti al momento dell’incidente. Chi invece era in contatto con chi poteva reperire false perizie di danni arrecati alle vetture. E così, nel giro di poche ore la truffa era bella e confezionata. Un sistema che appariva quasi perfetto se non fosse stato che le compagnie assicurative che versavano migliaia e migliaia di euro non hanno studiato per bene quei fascicoli e hanno scoperto con i loro 007 che molti dei testimoni erano sempre gli stessi, che gli avvocati erano sempre gli stessi, che le richieste di danni erano uguali ad altre richieste e sempre di 3.035 euro e 33 centesimi.

Francesco Casillo e Massimo Colamarino, avvocati di Terzigno e San Gennaro Vesuviano finiti ai domiciliari (Foto diffuse da “Voce di Napoli” e “Roma”)

C’era uno scooter Sh che aveva subito non meno di otto incidenti. Poi come se non bastasse anche l’Ordine degli Avvocati di Napoli aveva avuto segnalazioni da altri professionisti di come lavoravano alcuni dei loro colleghi. E così le forze dell’ordine hanno ricostruito passaggio dopo passaggio i sinistri sospetti. Oltre cento. Al centro della maxitruffa alle compagnie assicurative c’erano gli avvocati: 18 in tutto finiti agli arresti domiciliari. Attraverso i loro studi legali svolgevano il ruolo di “collettore”. Diciannove le misure agli arresti domiciliari, sette in carcere. I restanti provvedimenti notificati sono tutti obblighi di dimora. Sono state intercettate ben 2800 pratiche delle quali 2200 già in avanzato stato di gestione. Secondo una stima la
truffa sarebbe quantificata in diversi milioni di euro.

IN CARCERE
1 Cocozza Umberto 27 anni Napoli
2 Cocozza Vincenzo 45 anni Napoli
3 Cardamone Raffaele 48 anni Villaricca
4 Cardone Antonio 38 anni Napoli
5 Cipolletta Ciro 49 anni Napoli
6 Di Vicino Salvatore ’o pirata 59 anni Napoli
7 Megna Marco 27 anni Casalnuovo
GLI AVVOCATO FINITI AI DOMICILIARI
1 Anzisi Marco 42 anni Napoli
2 Bellanca Nicola 49 anni Pozzuoli
3 Casillo Francesco Maria 45 anni Terzigno
4 Colamarino Massimo 47 anni San Gennaro Vesuviano
5 Cerino Luca 35 anni Napoli
6 De Felice Claudio 40 anni Napoli
7 De Martino Carmela 33 anni Napoli
8 Guerriero Antonio 42 anni Portici
9 Laurenza Anna 36 anni S.Giorgio
10 Maravolo Giuseppe 44 anni Napoli
11 Marietti Vittoria 41 anni Napoli
12 Morra Sergio 72 anni Napoli
13 Orrico Caterina 40 anni Napoli
14 Pollasto Nicola 38 anni Napoli
15 Saulino Alessandro 34 anni San Giorgio
16 Sirico Carlo Alberto 57 anni Napoli
17 Telese Gabriele 42 anni Napoli
18 Velleca Lucia 39 anni Napoli
OBBLIGO DI DIMORA
1 Amato Rosario 55 anni Napoli
2 Azzolino Gennaro 24 anni Napoli
3 Azzolino Nino 47 anni Napoli
4 Cardone Sergio 59 anni Napoli
5 Castaldo Antonella 43 anni Napoli
6 Di Falco Giulia 41 anni Napoli
7 Di Falco Massimo 46 anni Napoli
8 Di Lorenzo Maurizio 47 anni Napoli
9 Di Vicino Gennaro 70 anni Scalea
10 Di Vicino Giuseppe 45 anni Napoli
11 Di Vicino Salvatore orecchietta 43 anni Napoli
12 Gargiulo Teresa 54 anni Napoli
13 Lanzetti Salvatore 42 anni Napoli
14 Marino Domenico 27 anni Napoli
15 Marino Luisa 37 anni Napoli
16 Massaro Ciro 48 anni Napoli
17 Merola Giuseppe 52 anni Napoli
18 Molvetti Angelo 29 anni Napoli
19 Palmieri Ignazio 49 anni Napoli
20 Perfumo Claudio 46 anni Napoli
21 Scaletti Pasquale 54 anni Napoli
22 Scaletti Salvatore 47 anni Napoli
23 Sorelli Bruno 41 anni Marano
24 Terracino Massimo 47 anni Napoli