Somma Vesuviana, degrado e decoro urbano. Allocca: «Fuori i dati sui controlli»


1246

«Ad inizio giugno il sindaco di Somma Vesuviana ha firmato una ordinanza con la quale ha intimato, tra le altre cose, ai proprietari di terreni, edificati e non, di “tenere pulito il proprio fronte stradale; provvedere alla regolazione siepi, taglio di rami e rimozione dello sfalcio, nonché dei rifiuti nelle aree private site nelle vicinanze di abitazioni ed in particolare nelle aree private prospicienti o che aggettano su strade ed aree pubbliche, a tutela della viabilità e della fruizione delle stesse”.  Ovviamente, come è giusto che sia, il mancato rispetto dell’ordinanza comportava (e comporta) pesanti sanzioni amministrative. A distanza di tre mesi, presenterò una interrogazione in consiglio comunale per sapere se i controlli ci sono stati, se le multe sono state elevate e quante sanzioni sono stati comminate».  A dichiararlo è il consigliere comunale di minoranza, già candidato a sindaco di Somma Vesuviana, Celestino Alloca.



Allocca spiega: «L’impressione è che il degrado che ha spinto, giustamente, il sindaco a firmare l’ordinanza ci sia ancora. Deduco che i controlli non ci sono stati o, comunque, sono stati poco efficienti. Per questo ho deciso di chiedere chiarimenti: un atto doveroso anche nei confronti dei tanti cittadini sommesi che fanno tanto per tenere pulita la città e garantire il decoro urbano».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE