«Sono delle bestie, aiutatemi». Queste le parole usate dalla donna quando trovò il coraggio di denunciare tutto i carabinieri di San Giuseppe Vesuviano agli ordini del maresciallo Giuseppe Sannino. E fu allora che partirono le indagini da parte dei militari dell’Arma che ieri hanno ottenuto il provvedimento di arresto per il marito ed il cognato della 36enne bengalese residente da anni con la famiglia nella zona di Casilli.

In manette sono finiti i due uomini di 40 e 39 anni, dopo ben otto di violenze sessuali, fisiche e psicologiche. Tutto davanti alle due figli della coppia che quando cominciarono i fatti non avevano più di 5 anni. La donna ha riferito anche di essere stata più volte aggredita e umiliata in pubblico davanti ai gruppi di connazionali. Un inferno a cui hanno messo finalmente fine i carabinieri sangiuseppesi.