Sono stati condannati per la vendetta nei confronti di un extracomunitario di origini marocchine i paganesi Bartolomeo Picaro, Sergio De Prisco, e Pietro Monti, di San Giuseppe Vesuviano, tutti e tre denunciati per aver minacciato la vittima che voleva rivendicare dei pagamenti per dei lavori svolti. La condanna, per Picaro a cinque anni, otto mesi e 2200 euro di multa, per l’accusa di tentata estorsione, per Monti a due anni e otto mesi e per De Prisco a quattro mesi di reclusione, questi ultimi condannati per le botte, arriva a distanza di otto anni dai fatti contestati, con la decisione dei giudici del collegio presieduto da Franco Russo Guarro arrivata a chiudere il primo grado di giudizio. I tre, subito dopo i fatti violenti, furono arrestati, con la deposizione dai carabinieri da parte della vittima.