“Peppe ‘o Pazzo” distrugge la cella del carcere: assolto perché incapace di intendere e di volere


5747

È stato assolto perché giudicato incapace di intendere e di volere. Una vera e propria novità, un colpo di scena per Giuseppe Gallo, detto “Peppe ‘o Pazzo”, boss al 416bis del clan Gallo-Limelli-Vangone dell’area boschese. Ha danneggiato il carcere di Parma dove è detenuto, ma è stato assolto. Una sentenza che adesso rischia di cambiare tutto dal punto di vista processuale anche per camorra: il ras è infatti imputato per avere truffato l’Inps simulando la schizofrenia.



Ieri, in aula – racconta il quotidiano Roma oggi in edicola – è arrivato il nuovo colpo di teatro, con la produzione della sentenza del tribunale di Parma dello scorso febbraio, che ha spinto i giudici a rinviare la requisitoria del pm Sergio Ferrigno, in attesa di stabilire se sia necessaria una nuova, ulteriore, perizia psichiatrica sul boss finto pazzo. Se questa patologia psichiatrica venisse attestata, dopo varie condanne, la sua schizofrenia potrebbe cancellare tutte le sentenze e rimetterlo in libertà, nonostante sia considerato un pericoloso boss di camorra implicato anche in diversi omicidi.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE