Palma Campania, abbatte ghiandaia: denunciato cacciatore GUARDA IL VIDEO


2500

Continuano le attività antibracconaggio della Polizia Metropolitana di Napoli. In collaborazione con i Carabinieri Forestali Nucleo CITES, gli agenti del Corpo di palazzo Matteotti hanno pattugliato il territorio di Palma Campania controllando 5 cacciatori. Uno di questi è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Nola per aver abbattuto un esemplare di ghiandaia, non cacciabile in questo periodo. Sequestrato il fucile calibro 36, nove cartucce e la ghiandaia uccisa. In un’altra zona della località Tribucchi è stato sanzionato in via amministrativa un cacciatore per non aver marcato la giornata di caccia sul tesserino regionale, per un importo di 154 euro.



Nel corso delle attività di pattugliamento, gli agenti della Polizia Metropolitana e i Carabinieri Forestali hanno rilevato cumuli di rifiuti abbandonati che saranno segnalati al Comune di Palma Campania per la rimozione. I controlli della Polizia Metropolitana e dei Carabinieri Forestali sono stati svolti nell’ambito del Piano d’Azione nazionale antibracconaggio del Ministero dell’Ambiente, approvato in attuazione della strategia nazionale per la biodiversità. In esecuzione del Piano è stato, infatti, istituito il Coordinamento Operativo Locale Piano Antibracconaggio che prevede attività interforze per la prevenzione e la repressione del bracconaggio.

In soli tre giorni – da venerdì a domenica scorsi – di azioni antibracconaggio, effettuate tra Cimitile, Giugliano e Palma Campania, gli agenti della Polizia Metropolitana hanno sequestrato quattro fucili cal.12 e 36, 216 cartucce, due tortore dal collare orientale, una ghiandaia ed un richiamo acustico elettromagnetico per attirare le quaglie. Quattro le persone denunciate di cui una per porto abusivo di arma da fuoco e tre per esercizio venatorio contro specie nei cui confronti la caccia è vietata. Elevate sanzioni amministrative per circa 2.000 euro.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE