Ospedale del Mare, apre il pronto soccorso: «Qui anche pazienti da Sant’Anastasia, Pomigliano e Pollena»


4185

Entro due mesi sarà completato l’intero Ospedale, ma da questa mattina alle 8 è entrato in funzione il pronto soccorso dell’Ospedale del Mare. La struttura modernissima realizzata nel quartiere Ponticelli di Napoli è già attiva con alcuni ambulatori e alcuni reparti, ma il pronto soccorso, che dovrebbe evitare sovraffollamento nel Loreto Mare e nel Cardarelli, non era stato ancora attivato. «È una giornata storica – sottolinea il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca – Questa apertura ha un valore simbolico straordinario – dice – significa voltare pagina. Solo tre anni fa avevamo un solo poliambulatorio e siamo riusciti a completare il pronto soccorso», dove ci sono 236 posti letto divisi per unità operative di area chirurgica, area medica per ricovero e cura in regime di elezione. Il nuovo pronto soccorso entro il 31 ottobre prossimo garantirà il Dea di primo livello con accesso diretto. Entro il 15 dicembre prossimo i posti letto disponibili saranno 415. Per quanto riguarda l’organico, sono 900 i dipendenti, dei quali oltre 700 nuovi assunti. «In molti hanno sabotato il lavoro – spiega il presidente della Campania – molti altri hanno cercato di rallentare il lavoro. Abbiamo dovuto fare una guerra per arrivare a questo risultato. E oggi presentiamo ai cittadini un Ospedale e un pronto soccorso di eccellenza». L’intero plesso ospedaliero sarà quindi completato entro il 15 dicembre prossimo, anche con il Dea di secondo livello e l’unità politrauma.



Sono tanti i progetti regionali nell’ambito della Sanità campana: «All’Ospedale del Mare sarà collegato il 118 di San Giorgio a Cremano, Portici, Sant’Anastasia, Pollena Trocchia e parte di Pomigliano d’Arco. – continua De Luca- Per la prima volta la Regione potrà avere le risorse dell’articolo 20, circa 170 milioni di euro. Abbiamo risanato i conti e così avremo accesso alla premialità, 300 milioni finora bloccati a Roma perché la Regione era inadempiente. Avremo 1 miliardo di euro per l’edilizia ospedaliera. Non possiamo distrarci nemmeno per un attimo, stiamo compiendo il risanamento della Sanità campana». Poi il presidente della Regione Campania, evidenzia con orgoglio i numeri dell’ospedale del Mare: «Abbiamo assunto personale e stabilizzato aree di precariato. Per l’ospedale del Mare abbiamo 900 dipendenti, di cui due terzi nuovi assunti. Adesso, avendo approvato il piano ospedaliero, abbiamo anche la possibilità di nuove assunzioni. Entro il 31 ottobre avremo all’ospedale del Mare la Dea di primo livello per i politraumi maggiori, entro il 15 dicembre avremo finito l’ospedale, Abbiamo dimostrato che se decidiamo di arrivare alla meta, ci arriviamo, costi quel che costi».

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE