Falsi incidenti, ecco i nomi dei 27 indagati: da Pompei a Torre, Poggiomarino, Scafati e Castellammare


16471

La Guardia di Finanza di Torre Annunziata ha eseguito in queste ore 22 arresti sulla base di un’ordinanza emessa dal gip di Roma: le persone finite in manette sono accusate di essere coinvolte in un “radicato sistema di corruzione”, come sottolineano i finanzieri, che vede implicati soprattutto magistrati onorari e professionisti dell’area oplontina. In particolare, l’indagine, che riguarda una serie di contenziosi civili in merito a sinistri stradali veri e presunti, ha fatto emergere casi di “corruzione in atti giudiziari” compiuti da diversi giudici di pace, numerosi avvocati e svariati consulenti tecnici. In corso anche perquisizioni nei confronti di diversi indagati, alcune delle quali disposte dalla Procura di Torre Annunziata.



ECCO TUTTI I NOMI: Paolo Formicola, Napoli; Raffaele Ranieri, Scafati; Rosaria Giorgio, Scafati; Carmela Coppola, Pompei; Filippo Costanzo, Scafati; Gennaro Amarante, Scafati; Antonio Cascone, Scafati; Aniello Guarnaccia, Castellammare; Edoardo Cuomo, Pagani; Nicola Basile, Castellammare; Ivo Garofalo Varcaccio, Torre Annunziata; Guido Garofalo Varcaccio, Torre Annunziata; Rofoldo Ostrifate, Castellammare; Pasquale Esposito, Gragnano; Francesco Afeltra, Sant’Antonio Abate; Luigi Ascione, Portici; Ciro Guida, Pompei; Enrico Guerritore Tramontano, Poggiomarino; Vincenzo Calvanese, Nocera Superiore; Fabio Donnarumma, Castellammare; Liberato Esposito, Castellammare; Dario Luzzetti, Torre del Greco; Salvatore Verde, Torre Annunziata; Vincenzo Elefante, Castellammare; Marco Vollono, Castellammare; Luigi Coppola, Castellammare.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE