Palma Campania, Invitalia finanzia per 15 milioni il progetto della “Franzese Spa”


7606

Ammontano complessivamente a 108 milioni di euro gli investimenti dei Contratti di Sviluppo (Cds) ammessi nell’ultimo Cda di Invitalia, che ha deliberato 64 milioni di agevolazioni pubbliche, di cui 39,1 a fondo perduto: l’Antica Fornace Villa di Chiesa Srl in Sardegna; la Franzese Spa e la Terminal Frigo Srl in Campania; la Silvateam Food Ingredients Srl con il progetto Pectin 2015 che verrà realizzato a Rende, in Calabria. Sono queste le quattro aziende che beneficeranno delle agevolazioni dei Contratti di Sviluppo che Invitalia ha deliberato e che puntano alla realizzazione di investimenti di grandi dimensioni nel settore industriale, turistico e di tutela ambientale. L’impatto occupazionale previsto è di 459 posti di lavoro, di cui 165 nuovi e altri 294 salvaguardati.



Ecco, nel dettaglio, il contratto di sviluppo a Palma Campania: ha puntato invece sulla nutraceutica, l’iniziativa proposta della Franzese Spa. Ed è così rientrata nel regime del Contratto di Sviluppo agroindustriale ammesso da Invitalia che prevede un totale di 9,9 milioni di agevolazioni – di cui 5,7 a fondo perduto e ulteriori 897 mila euro per il progetto di ricerca e sviluppo – come da accordo di programma tra Mise, Regione Campania e Invitalia. La Franzese Spa, una grande impresa di Palma Campania, nel napoletano, dal 1960 è specializzata nella produzione, nel confezionamento e nella commercializzazione di pomodori e legumi. Oggi, con tutto il suo bagaglio di esperienza nello studio di nuove produzione tese a soddisfare le richieste del mercato, la Franzese Spa ha deciso di guardare alla sempre più avanzata ricerca e, assieme alla facoltà di Farmacia dell’Università di Napoli, intende produrre legumi con un apporto supplementare di vitamina A ponendo, così, anche i suoi prodotti in quel filone di alimenti arricchiti di valori nutrizionali e salutistici, come, ad esempio, alcuni tipi di yogurt liquidi o altri cibi ricchi di omega3. Il programma ammesso da INVITALIA S.p.A. prevede un incremento occupazionale di 30 nuove persone e un investimento produttivo per creare un nuovo stabilimento presso un opificio industriale dismesso a Nola (Na) dove si concentrerà tutta l’attività riguardante i legumi, dalla produzione alla lavorazione, fino alla commercializzazione.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE