Clan Fabbrocino, le mani della cosca sui lidi ed i locali del Cilento: c’è l’indagine


3623

Lidi balneari, ristoranti e locali. Se la relazione semestrale della Dia aveva fornito la notizia dell’arrivo del clan Fabbrocino nel Cilento, le ultime indagini non fanno altro che confermare. E non si tratterebbe soltanto dell’interesse nel “Mattone” o nell’ormai solito – per la cosca vesuviana – commercio del calcestruzzo. Bensì, il gruppo del superboss Mario, in cella da anni, si sarebbe interessato di strutture ricettive nella zona considerata come “perla” della Campania. Insomma, la camorra sangiuseppese e sangennarese avrebbe forti ramificazioni su quel territorio, al punto da fare partire indagini per controllare la legalità di stabilimenti balneari e strutture che affacciano sul mare.



Vuoi restare sempre aggiornato sulle notizie della tua città? Iscriviti al nostro servizio Whatsapp CLICCA QUI PER SCOPRIRE COME FARE


SHARE